Vin brulè

Irrinunciabile e ormai parte fissa dei tradizionali mercatini di Natale, è il famoso e buonissimo vin brulè.

Il vin brulè riscalda da dentro e sembra essere una buona medicina per delle serate fredde all’aperto come per esempio presso un mercatino di Natale. Ma non solo, porta anche allegria nel gruppo ed è perfetto per chi si vuole scaldare.

La bevande si prepara semplicemente. Un buon vino rosso, cannella, chiodi di garofano, zucchero, cardamomo e alcune fette di limoni o arancie non trattate. Il tutto viene riscaldato, ma attenzione, non portato ad ebolizione, poichè a 83° C l’alcool contenuto evaporerebbe e le spezie cambierebbero il loro sapore. Dopo ca. 5 minuti togliere la pentola con il vin brulè dal fuoco. Attendete qualche minuto prima di servirlo.

Esistono inoltre varie ricette per il vin brulè, tra l’altro anche usando del vino bianco. Un buon vin brulé contiene un tasso alcolico minimo del 7%. Chiaramente, da un vino di bassa qualità non deriverà un buon bin brulè e quindi consigliamo di usare sempre un vino di buona qualitá.

L’idea, ovvero la ricetta originale, è nata giá nell’antichità. Questa bevanda calda venne chiamata “Conditum Paradoxum”. Si tratta di un antico vino speziato romano che veniva cotto con miele, pepe, zafferano, noccioli di dattero arrostiti, erbe aromatiche e varie spezie.

Ed anche ai bambini è stato pensato. Si tratta di un vin brulè per bambini che non contiene alcool e viene fatto da succo di mele riscaldato con cannella, limone e chiodi di garofano.

Alloggi consigliati

  1. Hotel Der Waldhof
    Hotel

    Hotel Der Waldhof

  2. Castel Fragsburg
    Hotel

    Castel Fragsburg

  3. Quellenhof Luxury Resort Passeier
    Hotel

    Quellenhof Luxury Resort Passeier

Suggerimenti ed ulteriori informazioni