Attrazioni e highlights

I giardini botanici nascondono varie rarità e attrazioni per gli appassionati di giardinaggio.

Ogni singola pianta ed ogni singolo petalo dei giardini botanici merita la vostra attenzione. Ma alcune piante, per diversi motivi, saltano subito all’occhio al visitatore. I Giardini di Castel Trauttmansdorff presentano in diversi angoli del parco, varie raritá botaniche, alle quali viene data speciale tutela.

C’è per esempio un olivo di 700 anni d’eta che pesa quasi 6 tonnellate o anche un esemplare raro di una pianta creduta estinta, la Wollemia nobilis. Ed inoltre, nel parco hanno trovato posto antiche varietà locali di frutta, come per esempio la mela “Kalterer Böhmer” o la pera moscatella. Anche tipi di vino dimenticati come il “Blatterle”, il “Gschlafener” o il “Jungferle” trovano rifugio in questo ambiente.

Un ulteriore gioiello è il Rhododendron Arboreum. Questo esemplare alto ca. 6 metri è stato trasportato dal Lago Maggiore fino al parco come trasporto eccezionale. Ed i giardini hanno anche un patrocinio: la vite più antica del mondo a Castel Katzenzungen, un monumento naturale e culturale della regione dell’Alto Adige. Una delle piante sicuramente più curiose del parco è invece un vinacciolo di 2.400 anni.

E non è ancora tutto: un’appuntamento che non si può perdere è la fioritura dei tulipani in primavera. Oltre 2.000 fiori inauguranno ogni anno la stagione più bella. Ed inoltre, circa 400 varietà di rododendro illuminano gli occhi dei visitatori. Soprattutto i bambini si divertono con i colorati pappagalli nelle voliere. A giugno invece vi aspetta il campo di lavanda in piena fioritura che richiama la Provenza ed un paesaggio mediterraneo. I Giardini Botanici di Castel Trauttmansdorff sono una meta davvero affascinante!

Suggerimenti ed ulteriori informazioni