partschins mitterhofer schreibmachinen museum
partschins mitterhofer schreibmachinen museum

Museo delle macchine da scrivere “Peter Mitterhofer”

Il museo delle macchine da scrivere è dedicato a Peter Mitterhofer, figlio più famoso del comune di Parcines.

In occasione del 100° anniversario della morte di Peter Mitterhofer nel 1993, il comune di Parcines ha allestito un museo di macchine da scrivere a memoria di Mitterhofer nella scuola elementare di Tel. Nel 1997 è stato trasferito nella nuova costruzione “Teisenhaus”, nel centro di Parcines. Lo spazio interno del museo si sviluppa su quattro piani, che consentono una grande varietà di prospettive.

Il pianterreno è caratterizzato da una nota solenne ed elegante, conferita dal marmo e dal vetro della costruzione, che fanno anche da degna cornice ai preziosi oggetti d’esposizione. Il settore al pianoterra è dedicato alla scrittura in generale e potete ammirare esempi di segni grafici di civiltà dell’antichità, come scrittura cuneiforme, geroglifici, ma anche una Bibbia di Gutenberg. Un diorama mostra invece l’inventore delle macchine da scrivere Peter Mitterhofer nella sua bottega, con il suo primo modello. Al 1° piano potete ammirare diverse macchine da scrivere militari, con scritture risalenti al periodo della seconda guerra mondiale, nella “vetrina militare”. Nella “vetrina delle lingue straniere” invece, sono esposte macchine da scrivere con caratteri cinesi, giapponesi, cirillici, arabi, coreani, cingalesi e tailandesi. Seguono le vetrine con le cosidette “famiglie” come “Mignon”, “Adler”, “Hammond” e “Oliver”.

Inoltre, potete ammirare la famosa palla di scrittura “Malling Hansen”, considerata la macchina da scrivere più preziosa del mondo. Il 2° piano offre un notevole numero di macchine da scrivere portatili, tra l’altro, una Princess 300 e una Royal Gold. Inoltre, sono esposte macchine da scrivere standard da ufficio, macchine da scrivere contabili, elettriche, e anche un fonografo (registratore), un dittafono a rulli di cera costruito dal genio Thomas Alva Edison nel 1878. Particolare attenzione merita la IBM72, immessa sul mercato nel 1962, dopo sette anni di perfezionamento. Con questa macchina da scrivere, la storia di questo strumento volge al termine e inizia l’era del computer. Nella galleria vengono esposte macchine a sillabe e stenografiche, una serie di rare macchine da scrivere per non vedenti e una collezione di macchine per bambini, tra cui anche “My first office”, “Barbie” e “Mickey Mouse”.

Orari d’apertura:
novembre 2019 a marzo 2020:
martedì dalle ore 10.00 alle 12.00

da aprile a ottobre 2020:
lunedì dalle ore 14.00 alle 18.00
da martedì a venerdì dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle ore 14.00 alle 18.00
sabato dalle ore 10.00 alle 12.00
chiuso la domenica e nei festivi
ogni prima domenica del mese dalle ore 14.00 alle 18.00

Visite guidate per gruppi tutto l’anno (su richiesta)

Biglietto adulti:
Euro 7,00, biglietto per famiglie disponibile

Ulteriori informazioni:
tel. +39 0473 967581, info@typewritermuseum.com

Suggerisci una modifica/correzione

La nostra redazione è sempre impegnata per garantire la massima qualità ed accuratezza delle informazioni che pubblichiamo. Se hai suggerimenti per migliorare questa pagina puoi inviarceli utilizzando il modulo qui sotto. Grazie in anticipo!

Chiudere

Alloggi consigliati

  1. Hotel Residence St. Kassian
    Hotel Residence St. Kassian
    Residence

    Hotel Residence St. Kassian

Suggerimenti ed ulteriori informazioni